Glaucoma sine tensione (testimonianza)

Share Button

Daniela Conti (Bologna)

Daniela-Conti biologa
Daniela Conti . Biologa

Secondo la medicina ufficiale io dovrei essere cieca.

Da quando avevo 18 anni, cioè da più di 50 anni, soffro di glaucoma sine tensione (senza pressione alta nell’occhio), una forma di glaucoma di cui non si conoscono le cause e per cui la medicina ufficiale non ha cure, né chirurgiche né di altro tipo. Ho una forte riduzione del campo visivo nell’occhio sinistro: tutta la zona nasale e gran parte di quella centrale sono cieche; l’occhio destro è un po’ meglio, ma anche qui c’è una zona nasale dove non vedo. Purtroppo da qualche anno il problema andava peggiorando. Ero già arrivata a mettermi ogni giorno quattro diversi colliri per tenere bassa una pressione che non è mai stata alta, e non senza effetti collaterali: da un elettrocardiogramma risultò che anche il ritmo del cuore era molto basso a causa dei colliri beta-bloccanti. Avevo la netta sensazione che con la medicina ufficiale potevo al massimo tenere un po’ a bada i sintomi, ma la causa del problema restava intatta.


 E’ stato a questo punto che tramite un amico, anche lui con problemi alla vista, mi è arrivato il grande dono di incontrare la Dott.ssa Vannucci e il suo metodo di agopuntura. All’ecodoppler di controllo è risultato che c’erano forti resistenze nelle pareti dei vasi oculari, il flusso di sangue era molto scarso, e insomma gli occhi erano molto poco irrorati. Da quanti anni?? Già dopo i primi dieci giorni (la fase iniziale di trattamento intensivo) il secondo ecodoppler mostrava un netto miglioramento: cadute le resistenze, il flusso di sangue quasi normale!


Oggi ho iniziato il terzo anno di trattamento. L’ecodoppler, che va ripetuto una volta all’anno, mostra che il miglioramento nella circolazione dell’occhio si mantiene. E dopo il primo anno di agopuntura mi sono accorta anche di un miglioramento percepibile della vista, in particolare nell’occhio sinistro. Dopo 50 anni che i miei occhi avevano questo problema non avrei mai creduto possibile di poter migliorare, per me era già tanto che la situazione non peggiorasse, non diventassi cieca come mi era stato predetto. E’ come se questa agopuntura fosse capace di attivare le risorse di autoguarigione del nostro corpo. E così oggi comincio a sperare di poter continuare a migliorare alla mia bella età, lentamente ma un pochino sempre di più.


Sono molto grata alla Dott.ssa Vannucci perché le devo la vista, e poi per la passione e la dedizione con cui la vedo  fare il suo prezioso lavoro; per cercare di dimostrarle la mia gratitudine cerco di contribuire in qualche modo, per quello che posso, per esempio scrivendo la mia storia. Ma non sarà mai abbastanza.

Chi vuole può contattarmi al 334 920 3724

email: danielaconti4@gmail.com

Daniela Conti, biologa. Dopo aver svolto per alcuni anni attività di ricerca e didattica presso l’Istituto di Genetica dell’ Università di Bologna, si è dedicata al campo editoriale e collabora con importanti case editrici scientifiche per la supervisione e la traduzione di testi di livello universitario su temi di genetica, biotecnologie, ecologia, neuroscienze e psicologia. Affianca a quella editoriale un’intensa attività di divulgazione scientifica tramite pubblicazioni su riviste e sul web e l’organizzazione di seminari e conferenze, nell’intento di condividere con un pubblico vasto, e soprattutto con i giovani, le conoscenze più attuali della biologia. www.complessita.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

verifica *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.