Cosa visualizza l’Ecocolordoppler retrobulbare

Referti ecocolordoppler oftalmici prima e dopo l’agopuntura Boel

L'ecocolordoppler retrobulbare (o ecografia oculare) visualizza il miglioramento dei flussi ematici nell'occhio

Ľanalisi spettrale Doppler permette la valutazione quantitativa del flusso ematico nei vasi. L’esame è effettuato tramite l’utilizzo degli ultrasuoni.

E’ sempre più sentita in oftalmologia l’esigenza di poter quantificare con metodiche non invasive ľapporto ematico bulbare per riuscire a definire meglio  il ruolo vascolare di diverse patologie oculari.

Il metodo Boel, chiamato anche Acunova (nuova agopuntura) unisce le potenzialità dell’agopuntura tradizionale cinese e della riflessologia. L’ecodoppler oculare è l’esame che  prova la sua efficacia. Ampiamente usata nel Nord Europa, consente di ottenere risultati nelle seguenti patologie degenerative degli occhi:

cosa visualizza l'ecocolordoppler retrobulbare, vascolarizzazione dell'occhio, a cosa serve l'ecocolordoppler oculare, ecodoppler oculare, ecografia oculare
Rilevazione della situazione anatomica e funzionale dei vasi sanguigni

 

I progressi tecnologici nell’ambito della diagnostica per immagini oggi ci permettono di visualizzare con evidenza scientifica l’effetto dell’agopuntura sulla vascolarizzazione dell’occhio, con l’ecocolordoppler retrobulbare,  e ci rendono consapevoli delle molteplici situazioni cliniche che nascondono un’ urgenza vascolare.

 

Cosa mostra l’ecocolordoppler oculare?

L’ ECOGRAFIA OCULARE E’ L’ESAME CHE EVIDENZIA IL FLUSSO DEI VASI E L’EFFICACIA DELL’AGOPUNTURA.

I risultati ottenuti dopo i trattamenti di agopuntura Boel sono documentabili con esami strumentali come il campo visivo e l’ecocolordoppler del circolo oftalmico. In sintesi l’esame ecodoppler misura la portata ematica a livello oculare, studiando le arterie di maggior interesse clinico attraverso la comparazione tra i due occhi. Vengono valutate l’arteria oftalmica, l’arteria centrale della retina, le arterie ciliari posteriori brevi e la vena centrale della retina. L’ecocolordoppler retrobulbare permette di osservare infatti una diminuzione delle resistenze vascolari e un aumento del flusso sanguigno. Anche intuitivamente è comprensibile come ciò porti alla rivitalizzazione e alla ripresa funzionale di un organo che si trova in carenza di ossigeno e di nutrimento. Se manca afflusso di sangue l’occhio è  predisposto ad ammalarsi

 

La vascolarizzazione dell’occhio

La vascolarizzazione dell’occhio (o bulbo oculare) è assicurata da due sistemi, quello retinico e quello ciliare, entrambi dipendenti dall’arteria oftalmica. L’occhio si muove grazie alla collaborazione di diversi muscoli consentendo di guardare in tutte le direzioni senza spostare la testa. Ogni muscolo oculare è stimolato da uno specifico nervo cranico. Il nervo ottico trasporta gli impulsi dalla retina al cervello e passa attraverso l’orbita (la cavità ossea che circonda il bulbo ottico). L’occhio viene irrorato di sangue da un arteria oftalmica e un arteria retinica centrale (un’arteria che si dirama dalla arteria oftalmica). Analogamente le vene oftalmiche (vene vorticose) e la vena retinica centrale drenano il sangue dall’occhio allontanando scorie e tossine. La scarsa o diminuita irrorazione di sangue nell’occhio che, in fase iniziale è totalmente asintomatica, crea una condizione per lo svilupparsi di diverse patologie.

Oculista Valeria Vannucci e Chirurgo Vascolare Monica Ferri,cosa visualizza l'ecocolordoppler retrobulbare, vascolarizzazione dell'occhio, a cosa serve l'ecocolordoppler oculare, ecocolordoppler oculare

 

Oculista Valeria Vannucci e Chirurgo Vascolare Monica Ferri in una intervista

 

Risultati documentabili con esami diagnostici

Il campo visivo e l’ecocolordoppler retrobulbare (denominata anche ecografia oculare) sono gli esami strumentali che permettono di documentare i risultati ottenuti dopo i trattamenti di agopuntura Boel con la diagnostica per immagini. Vengono valutate l’arteria oftalmica, l’arteria centrale della retina, le arterie ciliari posteriori brevi e la vena centrale della retina. Viene misurato l’afflusso ematico prima di sottoporsi ai trattamenti di agopuntura, e nuovamente ripetuto dopo gli stessi. L‘ecocolordoppler retrobulbare permette di osservare infatti, dopo i trattamenti di agopuntura, una diminuzione delle resistenze vascolari e un aumento del flusso sanguigno all’occhio. Anche intuitivamente è comprensibile come ciò porti alla rivitalizzazione e alla ripresa funzionale di un organo che si trova in carenza di ossigeno e di nutrimento. Se l’afflusso di sangue è scarso o mancante, l’occhio è  predisposto ad ammalarsi.  

 

 

Dove prenotare l’ecocolordoppler oculare?

A Bologna è possibile prenotarlo presso lo Studio Oculistico d’Azeglio con la Dott.ssa Monica Ferri (chirurgo vascolare). 

A Varese presso Radiologia ASST dei Sette Laghi  Dr. Massimo Venturini

A Torino presso il  Medical Center  Dr. Andrea Valli 

L’esame non richiede la dilatazione della pupilla. L’esame ecocolordoppler retrobulbare  (o ecografia oculare) non è invasivo nè pericoloso, né doloroso e non comporta rischi per il paziente. 

vascolarizzazione occhio

Articoli correlati: L’ecocolordoppler come strumento diagnostico

Facebook
Twitter
WhatsApp
Telegram
Seguici

Ricevi le novità