Rassegna stampa danese

Rassegna stampa sui pazienti sottoposti al trattamento di agopuntura Boel

“Familie Journalen” ha scritto:

Inge (52 anni) nel 1986, ha iniziato a perdere la vista a causa della Degenerazione maculare senile, che colpisce ogni anno circa 10.000 persone. L’ex infermiera era triste. Naturalmente sapeva che il suo certificato di nascita  non era esattamente fresco di stampa, ma non era ancora così vecchia. Si può diventare ciechi all’ età di 52 anni? E come se non fosse abbastanza, aveva dolore costante dopo quattro ernie al disco e due fratture vertebrali.

Inge fece una telefonata al agopuntore John Boel e ha deciso di iniziare i suoi trattamenti. Dopo un paio di mesi, Inge dice: ho semplicemente sentito, che sono nata di nuovo. Per 21 anni, sono stata dipendente dai farmaci antidolorifici – oggi ho smesso e non ne prendo per niente.

E gli occhiali da vista sono state messi in un cassetto. La mia vista è ora quasi tornata normale.

 

“Holstebro Dagblad” ha scritto:

Årige Ragnhild, (89 anni),  da Oslo, in Norvegia, che soffre la degenerazione maculare senile, anche lei ha scelto di mettere se stessa sul  lettino di agopuntura in Aulum, e qui, i risultati sono stati non meno significativi di altri. Quando è arrivata la scorsa domenica, riusciva a leggere  male la riga superiore della scheda di test visivo. Dopo soli quattro giorni di trattamento, è riuscita a leggere la  quarta riga della scheda.

Con aghi nelle mani e nei piedi, Ragnhild dice: “John Boel è un angelo”.

 

“Familie Journalen” ha scritto:

Johannes (79 anni), che soffriva di doppia visione e Degenerazione maculare senile, è un’altra delle centinaia di persone,  aiutato dall’ agopuntore John Boel in Aulum.

Si tratta niente di meno che un miracolo. Dopo pochissimi trattamenti con l’agopuntura, ora posso vedere così tanto meglio, che  posso leggere il giornale e guardare la televisione. Posso godere i colori della natura, senza più accontentarmi più solo dei suoni. E’ come se io fossi nato di nuovo.

Johannes era preparato a dover vivere la sua età della pensione come un cieco. In pochissimi anni, la sua vista era stata così compromessa, che ha avuto difficoltà ad cavarsela da solo senza aiuto. I suoi giri in bicicletta giornalieri sono diventate passeggiate con un compagno, ma la cosa peggiore per lui era, che non avrebbe potuto godere appieno della natura: i colori, i fiori, gli uccelli ……

John Boel si è specializzato nell’aiutare le persone con malattie degli occhi, in particolare gli anziani colpiti dalla calcificazione della dell’occhio,  dal glaucoma, da postumi da incidenti o colpi, da postumi da emorragie cerebrali, visione a tunnel, traumi negli occhi, etc

Ma  purtroppo ci sono anche molte  persone, che non posso aiutare, dice John Boel.

 

“Ugeskrift per laeger” (Austria)

Un medico con Degenerazione maculare senile ha scritto un articolo in questo settimanale  medico austriaco, “Ugeskrift per laeger” circa il nostro trattamento.

 

Share Button