Terapia Boel: in cosa consiste il trattamento

IL TRATTAMENTO DI AGOPUNTURA PER GLI OCCHI

Nell’agopuntura per gli occhi gli aghi vengono posizionati in altre zone del corpo. La terapia si articola in 10 sedute di attacco, una al giorno; ogni seduta prevede 2 applicazioni di aghi separate da mezzora di pausa.

In seguito si ha un diradamento delle sedute fino ad arrivare ad un mantenimento che varia a seconda della patologia e della risposta del paziente.
Questo trattamento  è compatibile con qualsiasi terapia in atto: farmacologica, fisica, strumentale e non ha effetti collaterali. L’agopuntura per gli occhi risulta essere di supporto, in quanto stimola,  i meccanismi fisiologici del corpo per la difesa e la riparazione dei danni causati dalle varie patologie.
Gli aghi vengono posizionati lontano dagli occhi, in quanto si sfrutta il principio della riflessologia: si stimola un punto per ottenere un risultato in un altro punto.
Gli aghi sono di acciaio, monouso, sterili, sottilissimi.
Il dolore che si sente alla applicazione dell’ago è paragonabile a quello della agopuntura tradizionale cinese: si sente nell’attimo di infissione dell’ago, poi scompare, tanto che alcuni pazienti si addormentano durante la seduta.
Nei giorni successivi si possono avere effetti collaterali positivi quali attenuazione o scomparsa di dolori osteoarticolari in varie parti del corpo, migliore qualità del sonno, rilassamento generale, attenuazione degli acufeni e/o potenziamento dell’udito, miglioramento della temperatura in mani e piedi freddi e attenuazione o scomparsa di crampi e formicolii.

La Dott.ssa Valeria Vannucci riceve per appuntamento a Bologna e Milano.

Share Button